Italia/Valle d’Aosta – 3 giorni/2 notti

PREZZO DA € 72.00

tariffa valida per minimo 45 paganti
quota in euro a ragazzo

La quota comprende

Sistemazione in hotel 3 stelle ad Aosta/dintorni
Trattamento di mezza pensione
Una visita guidata mezza giornata ad Aosta
Una visita guidata mezza giornata al Parco del Gran Paradiso
1 gratuità ogni 15 paganti
Assicurazione medico - bagaglio

RICHIEDI INFORMAZIONI

Programma di viaggio:

1°GIORNO: CASTELLO DI FENIS
Arrivo a Fenis per la visita libera o guidata (con suppl.) del famoso Castello che, contrariamente agli altri castelli costruiti per scopi bellici e difensivi, non è situato sulla sommità di un promontorio ma su una lieve collinetta, in una amena conca di prati e boschi. La sua funzione è stata esclusivamente quella di sede prestigiosa dei Challant del ramo Fénis. Al termine, trasferimento ad Aosta e visita guidata della città e dei suoi numerosi monumenti di epoca romana (Arco d’Augusto, cinta muraria, anfiteatro).Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

2° GIORNO: PARCO NAZIONALE DEL GRAN PARADISO
Dopo la prima colazione in hotel,
A) incontro con le guide ambientali per effettuare un’escursione a piedi al Parco Nazionale del Gran Paradiso. Il Parco, da sempre attento alla sensibilizzazione dei giovani alla natura, ha sviluppato una serie di proposte di educazione ambientale per le diverse fasce di età e differenziate per tipologia. In tutte le stagioni è possibile richiedere una guida del Parco per escursioni, trekking naturalistici, proiezioni e incontri in aula. Durante la giornata sarà possibile approfondire diverse tematiche di carattere ambientale, geologico, naturalistico a seconda degli interessi didattici del gruppo.

B) trasferimento a Courmayeur, una delle perle delle Alpi. Il suo fascino, unito ad un paesaggio
senza eguali, la colloca tra le migliori stazioni turistiche internazionali. La vallata del Monte Bianco offre numerose attrattive: Pré-SaintDidier a cinque minuti da Coumayeur, Morgex e La Salle a 10 km da Courmayeur, due veri e propri paradisi di tranquillità immersi nella natura, dove nasce il vino bianco più alto d´Europa, con le sue vigne a 1000 metri di quota. Possibilità di salita sul Monte Bianco in funivia (con suppl.).

C) trasferimento a Chamonix, città di montagna  piena di vita, dotata di un patrimonio architettonico testimone di un sontuoso passato: il priorato (Maison de la montagne), gli alberghi di lusso (il Majestic…), le chiese barocche tra le quali quella d’Argentière. Possibilità di usufruire (con suppl.) del famoso trenino a cremagliera, con partenza da Chamonix, che vi condurrà sul sito del Montenvers situato a 1.913 metri d’altitudine. Un panorama maestoso e seducente del ghiacciaio della Mer de Glace, i Drus e le Grandes Jorasses. Possibilità di visitare la grotta di ghiaccio e la galleria dei cristalli. Al termine rientro in hotel, cena e pernottamento.

3° GIORNO: AOSTA
Prima colazione in hotel. Possibilità di escursione libera o guidata (con suppl.) a Vallone di Sort ed
Alpe Chausettaz. Durante il rientro, possibilità di breve sosta per la visita libera o guidata (con suppl.) d’Ivrea o Casale Monferrato. Fine dei servizi.

Info Valle d’ Aosta: 

PARCO NAZIONALE DEL GRAN PARADISO
Gli operatori che curano le attività sono in grado di programmare le attività tenendo conto delle esigenze e dell’interesse del visitatore rispetto a temi, località, tipo di servizi offerti e tempistiche
di svolgimento. Le Guide del Parco sono una via privilegiata per instaurare un rapporto più attento con la natura. Le escursioni possono durare una giornata intera, con pranzo al sacco, o mezza giornata. A Noasca la giornata può prevedere un’escursione breve seguita da un’attività all’interno del Centro di Educazione Ambientale dove è attrezzato un laboratorio didattico. Le proiezioni di filmati e diapositive possono rappresentare un primo incontro stimolante per preparare i gruppi ad un’esperienza attiva nel Parco. Su richiesta si possono pertanto affrontare temi specifici per dare ai ragazzi l’opportunità di riprendere con gli insegnanti i concetti trattati.I laboratori all’aperto sono volti
invece alla comprensione delle relazioni tra i viventi, l’ambiente che li ospita e l’uomo.

FUNIVIE MONTE BIANCO
A pochi chilometri da Courmayeur, al confine tra l’Italia e la Francia, ha inizio lo spettacolare percorso
funiviario che permette di compiere in 20 minuti gli oltre 2000 metri di dislivello che separano il
fondovalle dai 3462 metri di Punta Helbronner. Ci troviamo nel cuore del Massiccio del Monte Bianco,
sulla magnifica terrazza dei ghiacciai da cui si può godere di una vista a 360° su tutto l’arco alpino: dalla cima del Bianco, che con i suoi 4807 metri di altezza domina l’orizzonte, al Dente del Gigante, lo sguardo si perde tra seracchi e torri granitiche dalle sfumature pastello. All’orizzonte i celebri “4000” d’Europa: il Cervino, il Monte Rosa, la Grivola, il Gran Paradiso. A 3462 metri di altezza si trova una Mostra Permanente di Cristalli del Monte Bianco. Tra i 150 minerali esposti si possono ammirare le più particolari varietà di quarzi di rocca, morioni ialini e fumé ritrovati nel nostro massiccio. Si può provare la sensazionale emozione di camminare sulla neve anche d’estate nell’ area attrezzata allestita sul ghiacciaio del Gigante, sotto la terrazza dei Ghiacciai.

AOSTA – MUSEO ARCHEOLOGICO PIAZZA RONCAS
In questo museo viene documentata la storia dell’archeologia in Valle D’Aosta. Propone numerose
attività per coinvolgere i visitatori in percorsi di apprendimento attraverso esperienze dirette, divertenti ed emozionanti. Vi sono esposti collezione di reperti come monete galliche, celtiche, greche e
bizantine. Limitrofi al museo è possibile visitare gli scavi e la porta urbana della città romana.

AOSTA – MUSEO DEL TESORO DELLA CATTEDRALE
Nel museo che ha sede nel deambulatorio della Cattedrale e sono esposte sculture marmoree,
icone lignee, reliquiari, oreficerie e alcuni pezzi d’eccezione.
AOSTA – MUSEO ARCHEOLOGICO REGIONALE
La Collezione Numismatica “Andrea Pautasso” è l’esposizione delle monete della collezione dall’età greca fino al periodo sabaudo. Importante il nucleo delle monete celtiche, galliche e padane.
Nei sotterranei del museo vi sono i resti della città romana rinvenuti durante gli scavi della ristrutturazione della sede del museo. Al piano terreno è visibile la storia della città e dei principali monumenti attraverso i secoli.

Sito Wordpress Responsive: Pensareweb Siti Wordpress